Home I 50 delitti
I 50 delitti che hanno cambiato l'Italia

Cinquanta delitti che aiutano a conoscere meglio il nostro Paese.


Il sangue che ha segnato la storia italiana.


Non ricordare sarebbe un altro delitto.

Acquista on-line

Carrello
 

La storia dell’Italia è stata più volte segnata da delitti che non sono rimasti semplici fatti di cronaca ma hanno scosso tutta l’opinione pubblica e in alcuni casi hanno rappresentato svolte cruciali. Luca Steffenoni, esperto di criminologia, descrive un secolo e mezzo di delitti famosi, risolti, finiti in clamorosi errori giudiziari o tuttora avvolti nel mistero. Dal primo grande processo penale ad Antonio Boggia, a pochi mesi dall’Unità, conclusosi con l’ultima condanna a morte, all’attentato a re Umberto I nel 1900; dal delitto Matteotti nell’epoca fascista agli “incidenti” mortali di Enrico Mattei e Giangiacomo Feltrinelli; dagli attentati mafiosi a Peppino Impastato, Falcone, Borsellino, ai casi di cronaca nera più legati alla sfera familiare: nel lontano passato, ad esempio, il caso della contessa Lara o lo scandalo del secolo legato al nome di Wilma Montesi; ai giorni nostri Erica e Omar, Cogne, Erba. Nella società poi si è andato sempre più affermando il principio per il quale non è la morte in sé a fare notizia, ma l’ambiente nel quale essa matura, e la sua successiva ricostruzione mediatica.

Tra i 50 delitti raccontati nel libro:

  •  1861 - Antonio Boggia, il mostro di Milano
  •  1909 - La morte di Giuseppe Joe Petrosino
  •  1939 - La vera storia della strega di Correggio
  •  1950 - La morte del bandito Giuliano
  •  1953 - Il caso Wilma Montesi
  •  1971 - Il tragico rapimento Sutter
  •  1975 - La morte di Pasolini
  •  1990 - Il giallo di via Poma
  •  1992 - La strage infinita: Giovanni Falcone e Paolo Borsellino
  •  1994 - La dark lady di via Montenapoleone
  •  1997 - L’omicidio della Sapienza
  •  2001 - La strage di Erika e Omar
  •  2002 - Il delitto di Cogne
  •  2011 - Il delitto nel bosco: l’omicidio di Melania